salta al contenuto

Ufficio Recupero Crediti

Responsabile ufficio: Dott. Vittorio CANDIA

Sede: Via Spallino, 5 – Como

Ubicazione ufficio: Piano Secondo – Stanza 217

Telefono: 031/231289
PEC: recuperocrediti.tribunale.como@giustiziacert.it

Giorni ed orari di apertura al pubblico: Dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00.

Personale amministrativo e recapiti:

Ufficio Recupero Crediti
Nominativo Contatti Ubicazione Altre informazioni
Responsabile
Dott. Vittorio CANDIA
Tel. 031/231289
Email: vittorio.candia@giustizia.it
recuperocrediti.tribunale.como@giustiziacert.it
Secondo Piano
Stanza: 217
Funzionario Giudiziario
Alessio SERRATI
Tel. 031/231289
Email: alessio.serrati@giustizia.it
Secondo Piano
Stanza: 217
Assistente Giudiziario
Concetta VENERUSO
Tel. 031/231289
Email: concetta.veneruso@giustizia.it
Secondo Piano
Stanza: 217

Materie ed attivitĂ  di competenza

L’ufficio recupero crediti si occupa dell’attività amministrativa connessa al recupero di somme dovute all’erario sia per procedimenti penali (pene pecuniarie, spese processuali, cassa ammende ecc.) che per procedimenti civili (contributo unificato non versato o versato in maniera insufficiente, imposta di registro per cause ove vi è prenotazione a debito, condanne in favore dello Stato nelle cause ove la parte vittoriosa è ammessa al patrocinio a spese dello Stato ecc.).

Si occupa, altresì, della annotazione dei pagamenti delle pene pecuniarie nel casellario giudiziale e del rilascio di certificazioni di pagamento di pene pecuniarie e spese processuali per uso riabilitazione.

Altre informazioni

  • Quali informazioni possono essere date per telefono?

    Con tale mezzo, per ragioni di privacy, si possono dare solo informazioni relative alle modalità di pagamento, in quanto gli atti posti a base delle cartelle di pagamento riguardano dati giudiziari e quindi dati sensibili.

  • Si possono visionare gli atti relativi alle cartelle di pagamento?

    L’interessato, intestatario della cartella di pagamento, può prendere visione degli atti che lo riguardano ed eventualmente estrarre copia degli stessi, pagando i relativi diritti di copia; qualora fosse impossibilitato a recarsi in ufficio può delegare altra persona, per iscritto, allegando una fotocopia di un valido documento di riconoscimento.

  • Le cartelle di pagamento sono rateizzabili?

    Questo ufficio non ha competenza alla rateizzazione degli importi delle cartelle di pagamento. Per le somme relative alle pene pecuniarie (cod. 1E08 - vedi dettaglio degli addebiti) l’interessato può presentare istanza al Magistrato di Sorveglianza competente in base alla sua residenza (per verificare la competenza accedere al sito www.giustizia.it , cliccare su giustizia map, inserire il proprio comune di residenza, cliccare su CERCA e verificare l’ufficio di sorveglianza competente).

    Per gli altri importi l’istanza di rateizzazione deve essere indirizzata all’agente della riscossione (Equitalia).

  • Che fare quando si ottiene una rateizzazione da parte del Magistrato di Sorveglianza?

    Se il credito è già iscritto a ruolo (è stata ad esempio ricevuta la cartella di pagamento) l’interessato deve informasi c/o questo ufficio in merito a quando eseguire il primo pagamento e recarsi nel mese in cui parte la rateizzazione presso l’agente della riscossione (Equitalia) e provvedere al pagamento del dovuto; per i pagamenti successivi può chiedere informazioni c/o l’agente della riscossione.

  • E’ possibile pagare il dovuto senza attendere la cartella di pagamento?

    Si, è possibile procedere al pagamento del dovuto prima della notifica della cartella di pagamento rivolgendosi necessariamente a questo ufficio che fornirà le istruzioni necessarie a tal fine.

  • Che fare se si è ricevuta una cartella di pagamento per un credito già pagato?

    In tali casi occorre presentare il mod. F. 23 presso l’ufficio (la copia per eventuale presentazione all’ufficio). Provvederà l’ufficio allo sgravio della cartella o alla comunicazione ad Equitalia Giustizia per lo sgravio.

  • Se si riceve un invito al pagamento da parte di Equitalia Giustizia per omesso o insufficiente pagamento del contributo unificato dove bisogna inviare la ricevuta?

    Solo in tali casi la ricevuta di pagamento va inviata a Equitalia Giustizia S.p.A., Via Grezar n. 14, CAP 00142, Roma.

 

Modulistica